Under 18 Ultima partita

Tortona-Volvea 12-47

In quel di Alluvioni Cambiò va di scena l’ultima partita della stagione per i ragazzi del Volvera.Il risultato finale di Tortona 12 Volvera 47 (2 mete contro 7) è solo un dato di cui tenere conto a puri fini statistici.

La partita iniziata sotto la pioggia, nonostante le assicurazioni di bel tempo e sole date come sicura da Coach Gravant, ha avuto una fase iniziale di studio con Tortona subito in meta complice disattenzione difensiva. Immediato pareggio e successivo vantaggio ma Tortona non molla e segna la sua seconda ed ultima meta durante la superiorità numerica per giallo a II linea Volverese.

L’inizio del II tempo è favorevole ai più esperti ragazzi del Volvera che mandano in meta sia ¾ che uomini di mischia. Tortona ha dimostrato tanta buona volontà ma la necessità di far crescere quei giocatori con poca esperienza che le impediscono di finalizzare la gran mole di lavoro che svolgono.

Volvera chiude annata con 7 vittore e 7 sconfitte ma con un trend di 5 vittorie nelle ultime 7 partite. Quello di cui bisogna invece tenere conto è che per cinque ragazzi si conclude l’esperienza delle giovanili.

Collu, Curcio, D’Este, Mascia e Vicari dal prossimo anno inizieranno le stagioni della Seniores, alcuni di loro hanno già esordito in C1. A loro vanno i nostri migliori auguri per anni di divertimento in giallonero.

 

Formazione: Garuti, Agostinetto, Vicari (Pulvirenti), Marchisio, Bonino, Michienzi, Dogliani, Sommacal (Collu), Galieri (Leone), Milano, Porporato, Mascia, Renaudo, Grossato, De Giuli

 

Under 18 Penultima partita

Volvera-Aosta 38-14

Penultima partita della II fase per il XV di Volvera che gioca in quel di Cuneo contro l’ Aosta.
Dopo un iniziale ma sterile supremazia dell’Aosta il Volvera inizia a macinare gioco fruendo di una maggiore velocità e vivacità dei 3/4.
La mischia regge bene e vince anche palloni introdotti dagli avversari, la touche  continua a non essere brillante come nelle precedenti partite  ma riesce a non garantire delle buone ripartenze all’Aosta.
Volvera concede due mete all’Aosta con mancati placcaggi sia sulla prima che sulla seconda marcatura complice un calo di attenzione già avvenuto in molte partite.
Il risultato di 38 a 14 (6 mete a 2) è specchio della partita.
Con questo risultato il Volvera attende il prossimo impegno del 7 maggio con Tortona con 7 partite perse e 6 partite vinte durante la stagione.
Formazione:
Vicari, Grossato, Renaudo, Mascia (De Giuli), Porporato (Sommacal), Galieri, Milano, Curcio, Dogliani, Collu, Agostinetto, D’Este, Marchisio (Bonino), Michienzi, Garuti

 

Under 18 Iniziata la II fase

Volvera-Novara 34-05

Buon inizio della U18 che fatica ad adattarsi al clima della giornata, pioggia e fango imporrebbero scelte diverse non applicate dai giocatori.
La situazione si sblocca al 20’ del 1 tempo con una meta del mediano di mischia.
I ragazzi da questo punto iniziano a giocare come sanno fare, dalle fasi statiche riescono a dare palloni di qualità alla mediana che finalmente riesce a dare continuità
al gioco.
Il risultato finale di 34 vs 5 (6 mete vs 1) è testimone della giornata positiva.
Formazione:
Garuti, Agostinetto, Michienzi, Marchisio, Giuliano, Collu (Bonino), Dogliani (Milano), Leone, Galieri, Vicari (Amato), Porporato, Mascia, Renaudo, Grossato, De Giuli (Pulvirenti)

 

U18 – Sconfitta alla prima

Monferrato/B – Volvera 44-5

La formazione volverese si presenta ad Alessandria con 17 effettivi e con un gruppo ancora da amalgamare. positive le mischie ordinate mentre ancora da rodare le touches. Il primo tempo finisce 20-0 per i padroni di casa.

Nella ripresa i gialloneri riescono a marcare una meta ma la mancanza di gioco collettivo soppiantato da troppe iniziative dei singoli senza sostegno portano il risultato finale ad un rotondo 44-5 per il Monferrato.

Ci sarà sicuramente da lavorare, in particolar modo sui placcaggi, ma i tecnici gialloneri si ritengono comunque soddisfatti dell’ atteggiamento dimostrato in campo dai propri ragazzi.

Poca voglia contro il San Mauro U18

La partita, giocata domenica 17 ad Avigliana, ha visto il San Mauro imporsi per 43 a 7, ecco i commenti dei giocatori volveresi dopo l’incontro:

 

Lorenzo: inizio accettabile ma mancanza di condizione fisica e mentale con l’avanzare del tempo.

Vicari: inizio partita quasi equilibrato con un San Mauro più allenato ma in generale non male; nel secondo tempo c’è stato un calo fisico e morale dopo le due mete subìte.

Edo: crisi più totale da metà del primo tempo poi ci siamo ripresi inizio secondo tempo con la meta di Brian ma siamo ricaduti e loro ne hanno approfittato.

Collu: scelte di gioco discutibili.

Curcio: loro erano più allenati e tecnici di noi, a noi mancavano placcaggi, cattiveria agonistica e qualità di gioco.

Collu (2): aggiungo che l’allenatore del Volvera per ritrovare sé stesso ha compiuto un viaggio in Siberia per cercare di annegare la sua disperazione nella vodka.

Porpo: un primo tempo in salita, partiti male ma pian piano ci siamo svegliati. Secondo tempo partiti bene ma ci siamo spenti dopo le loro due mete … Loro forse più allenati e con più voglia di giocare.

U18: troppo forte il Cus Torino …

U18: troppo forte il Cus Torino …

Avigliana – Cus Torino: 12 – 48
Avigliana: D’Este, Flori, Borio, Rabagliati, Lano, Parodi, Collu, Maritano, Curcio, Pasqual Cucco, Viale, Porporato, Leone, Bengio, Leanza; in panchina: Baluta, Farina, Vicari, Terragno.
L’Avigliana parte meglio e sorprende il Cus che si ritrova a difendere per i primi minuti di partita, ma una palla persa in attacco e un cartellino giallo (Curcio) costano la prima meta ai padroni di casa e soprattutto alzano il morale degli ospiti, forse ancora con la testa al barrage perso contro il Monferrato. Il primo tempo continua in equilibrio ma quando gli ospiti attaccano sono più incisivi e marcano altre mete garantendosi già prima dell’intervallo il punto bonus offensivo. Nella ripresa l’Avigliana rialza la testa e chiude la partita in attacco segnando anche due mete, purtroppo i numerosi errori offensivi non permettono la realizzazione di altre mete e soprattutto danno spazio alle ripartenze degli ospiti che marcano altre quattro mete.
Il risultato è sicuramente pesante e non rispecchia la partita, per lunghi tratti equilibrata, ma è stato evidente che la migliore condizione fisica e la maggior organizzazione difensiva hanno premiato giustamente il Cus Torino.
Domenica prossima ad Aosta l’attesa riscossa!